Coronavirus: Raoul Bova e Rocio volontari per la Croce Rossa (FOTO)

L’attore e la compagna distribuiscono pasti ai senzatetto romani.

Raoul Bova e la compagna Rocio Munoz Morales volontari per la Croce Rossa per le strade della capitale: le immagini dell’attore e della fidanzata che distribuiscono pasti ai senzatetto sono state divulgate in esclusiva dal settimanale Chi.

Le foto con la divisa dell’organizzazione

Le foto divulgate dal settimanale diretto da Alfonso Signorini mostrano Bova e Rocio con la divisa dell’organizzazione. I due, muniti di guanti e mascherina, lavorano fianco a fianco con altri volontari per distribuire pasti agli homeless nella notte romana.

Le immagini in questione non hanno destato sorpresa in quanto, da diversi anni ormai, Bova è ambasciatore dell’organizzazione internazionale. L’attore – che sul suo account Instagram ha pubblicato una foto di gruppo che ritrae lui, Rocio e gli altri volontari – ha parlato diverse volte dell’emergenza sui suoi social.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: Raoul Bova offre il suo resort ai volontari della Croce Rossa

Il protagonista di tante fiction di successo ha infatti dichiarato l’intenzione – in parte già concretizzata – di girare una serie tv dedicata all’impegno dei volontari nelle zone più colpite dal Covid-19, a partire da quella di Lodi.

Inoltre, come si sa da qualche settimana, l’attore ha offerto il suo lussuoso resort in Puglia, un’antica masseria ristrutturata, ai volontari della Croce Rossa. Tornando al post su Instagram, ricordiamo che anche Rocio ha parlato dell’impegno che lei e il compagno, con il quale ha avuto due figlie, stanno dedicato a chi, durante l’emergenza, si trova in condizioni particolarmente disagiate.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, chi sono le persone più a rischio?

L’attrice e ballerina spagnola, che il prossimo 10 giugno spegnerà 32 candeline, sul suo profilo social ha pubblicato un’altra foto delle notti in prima linea. Lo scatto, accompagnato da una frase di Madre Teresa di Calcutta, mostra tre volontari di spalle che camminano sotto un portico.

Un’immagine potentissima e un omaggio speciale a chi, in queste settimane, non si dimentica di coloro i quali non hanno una voce sufficientemente alta per far sentire il dolore e le difficoltà che stanno vivendo.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa rischia chi pubbica le foto dei trasgressori?