Coronavirus, Ricciardi (OMS): “Lasciare fuori scarpe e vestiti quando si rientra a casa”

Il membro dell’OMS ha fornito utili indicazioni per chi deve uscire di casa per motivi lavorativi.

Walter Ricciardi, consulente del Ministero della Salute e membro dell’OMS, ha fornito alcune utili indicazioni di prevenzione quotidiana. Ospite nel corso della puntata di Live – Non è la D’Urso di domenica 15 marzo, l’esperto ha sottolineato che, quando si rientra a casa dopo le uscite dedicate al lavoro o a esigenze di comprovata importanza, è opportuno lasciare scarpe e vestiti in un ambiente protetto.

Le indicazioni per i lavoratori che rientrano a casa

Sono tantissime le domande che, in piena emergenza Coronavirus, le persone si fanno con il fine di ottimizzare la prevenzione tra le mura domestiche. Walter Ricciardi si è soffermato su un punto molto importante per chi, in questi giorni, si trova davanti alla necessità di recarsi al lavoro tutti i giorni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: Trump vuole acquistare il vaccino in esclusiva per gli USA

“Le persone che in questo momento stanno andando al lavoro quando tornano a casa si devono spogliare, devono riporre scarpe e vestiti in un ambiente protetto e si devono lavare le mani”: queste le parole di Ricciardi durante il suo intervento nel corso dell’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso.

Il consulente del dicastero della salute ha utilizzato un’espressione molto chiara per far capire l’importanza di sistemare scarpe e vestiti in un ambiente protetto, specificando che tutto quello che viene da fuori deve essere “disinnescato”.

Ricciardi ha ribadito anche la centralità della distanza sociale e del lavaggio delle mani, raccomandazioni che vengono trasmesse a tutti i cittadini, a prescindere dal fatto che debbano lasciare le proprie abitazioni per motivi lavorativi.

Walter Ricciardi ha altresì specificato che, quando si esce e si entra a contatto con oggetti toccati da altri (p.e. il bottone dell’ascensore), sussiste il rischio che prima li abbia toccati qualcuno che ha starnutito o tossito. In situazioni del genere, il virus può essere trasmesso a un’altra persona. L’esperto ha fatto presente anche l’importanza di disinfettare gli ambienti, in quanto il virus sopravvive per diverso tempo sulle superfici.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: Massimo Giletti durissimo con Matteo Renzi