Coronavirus, un morto e 9 positivi in un centro per anziani di Bari

Morto anche un medico a Parma che lavorava in una casa di cura.

Preoccupazione per quanto sta avvenendo al centro per anziani Don Guanella di Bari, in Puglia, che attualmente ospita 86 persone.

Un uomo di 85 anni è morto e altre 9 sono risultate positive al coronavirus. I tamponi, stando a quanto si apprende, non sono stati somministrati a tutti ma solo a chi presenta sintomi e dopo il primo caso, ovvero l’85 enne che poi è deceduto.

I positivi sono sette anziani, tra cui un centenario, il direttore e il medico della struttura. Ognuno di essi presenta al momento sisntomi respiratori e solo alcuni hanno anche qualche linea di febbre. Sono stati messi in isolamento in un’area della struttura, separati dagli altri ospiti e dal resto dello staff.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagna un infermiere in Italia?

Da Parma, poi, la triste notizia della morte di un altro medico: Manfredo Squeri. Come si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), lavorava come medico responsabile del reparto di Medicina alla casa di cura ‘Piccole Figlie’ di Parma, convenzionata con il Servizio sanitario nazionale. Sarebbe, per la Fnomceo, il 19/mo medico in attività deceduto per Covid-19.

Poche ore prima era stata comunicata anche la morte del dottor Leonardo Marchi, medico infettivologo e direttore sanitario della Casa di Cura San Camillo a Cremona.

Infine, da segnalare che a Bagheria, in provincia di Palermo, i casi sono saliti a 5, come riportato dal sindaco Filippo Tripoli: «A parte il piccolo di 18 mesi, gli altri due casi, un uomo sui 45 anni e l’altro ultrasettantenne, apparterrebbero tutti allo stesso ceppo dei primi due bagheresi già riscontrati positivi al virus. Ci fa ben sperare il fatto che escluso il bambino, gli altri casi sembrerebbero riconducibili allo stesso focolaio, quindi con un origine unica. Le condizioni di salute del piccolo che è ricoverato all’ospedale di Cristina DI Palermo sarebbero buone, resta sotto controllo in ospedale».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, al Sud contagiati tanti genitori di studenti provenienti dal Nord.