Coronavirus, un’altra vittima nell’Arma dei Carabinieri: Claudio Polzoni

Così il bilancio sale a due.

Claudio Polzoni
Claudio Polzoni

Un’altra vittima nell’Arma dei Carabinieri a causa del Coronavirus. A Bergamo, durante la notte appena trascorsa, tra il 19 e il 20 marzo, è venuto a mancare un carabiniere di 47 anni. L’appuntato scelto Claudio Polzoni, questo il suo grado, era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in Lombardia.

In servizio ormai da anni, lavorava al comando provinciale di via delle Valli, sempre nella città lombarda. La regione più colpita di Italia, quindi, registra un’altra vittima da Covid-19. Il carabiniere ha lottato con tutte le sue forze, ma questa notte si è dovuto arrendere. Sposato, lascia una figlia di dieci anni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Bolsonaro: “In Italia tanti morti perché è un Paese di vecchietti”

I colleghi sono molto addolorati per la perdita subita, grave sia dal punto di vista umano che professionale. Claudio Polzoni è la seconda vittima nell’Arma dei Carabinieri. Il primo, infatti, a essere colpito è stato il maresciallo Massimiliano Maggi, anche lui dal Coronavirus. Ricoverato all’ospedale Sant’Andrea di La Spezia, in Liguria, dov’è risultato positivo, da diversi giorni versava in gravissime condizioni e, ieri, è venuto a mancare.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: le critiche feroci di Flavio Briatore al Decreto Cura Italia

Residente nel comune di Beverino, lascia la moglie di 58 anni e due figli di 16 e 22 anni. In una nota dell’Arma si legge: «Il Comandante generale e tutta l’Arma si stringono compatti intorno alla famiglia, alla moglie e in particolare ai due figli, che nel giorno dedicato ai papà ne piangono la perdita».

E poi: «Un maresciallo che credeva profondamente nel proprio lavoro, in particolare nel ruolo fondamentale di prossimità alle comunità svolto dalle Stazioni Carabinieri. Una vita dedicata semplicemente, eppur così straordinariamente al dovere, alle Istituzioni, all’umiltà di servire ogni giorno il suo Paese e la sicurezza della comunità affidata alla sua responsabilità, finché oggi il virus si è portato via il suo respiro per sempre. Aveva 53 anni».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa cambia per chi deve ricevere la pensione.