Cos’è il nitrato di ammonio, responsabile delle esplosioni di Beirut

Cos’è il nitrato di ammonio, il responsabile delle esplosioni di Beirut.

Le esplosioni che hanno devastato la città di Beirut sono state provocate da un’ingente quantità di nitrato di ammonio. Nello specifico, 2.750 chili al’interno di un magazzino portuale dal settembre 2013, quando vennero confiscati a una nave moldava che aveva fatto sosta nella capitale libanese per problemi tecnici.

Si tratta di uno dei fertilizzanti più usati in ambito agricolo. Prodotto in piccoli granuli porosi e altamente solubile, è tra gli esplosivi più utilizzati nelle miniere e nelle cave, miscelato con il carburante.

Conosciuto con il nome di salnitro, è sottoposto a una serie di regolamentazioni proprio a causa dell’alto grado di pericolosità. I più grandi depositi si trovano nel deserto di Atacama, in Cile, lo stesso raccontato da Luis Sepúlveda ne Le rose di Atacama e luogo di estrazione.

Oggi quasi la totalità del nitrato di ammonio è sintetica ed economica, relativamente stabile. Lo stesso non si può dire della quantità esplosa a Beirut dopo le ripetute richieste di rimozione da parte delle autorità portuali.

Fabbrica nitrato di ammonio
Fabbrica di nitrato i ammonio (Pixabay)

Quello che non può accadere è che s’infiammi da solo. Da tenere presente è che può accelerare la combustione di altri materiali. A temperature molto elevate, però, può decomporsi da solo, creando gas come ossidi di azoto e vapore acqueo che possono essere responsabili dell’esplosione.

A rendere il deposito della capitale del Libano una bomba potentissima deve essere stata proprio un’esplosione, oppure un incendio nelle immediate vicinanze. Questo è quello che è successo cinque anni fa a Tianjin, nella Cina orientale a 110 chilometri a sudest di Pechino. Il bilancio dei morti è salito a 173 vittime.

Del 1947, invece, è l’esplosione di 2.300 tonnellate di nitrato di ammonio in Texas, dove morirono quasi 500 persone. A preoccupare, adesso, è soprattutto la nube rossastra che si è vista nei video e nelle foto che hanno documentato quanto accaduto ieri in Libano. Il biossido di azoto emana un cattivo odore ed è altamente inquinante, soprattutto chi soffre di problemi respiratori può riportare delle conseguenze molto gravi.

LEGGI ANCHE: Beirut, domestica migrante salva una bambina (VIDEO)