Costringe l’amante ad inviarle foto erotiche della bimba di 7 anni: arrestato

Ha costretto la sua amante a inviargli foto hard della figlia di appena 7 anni. Una volta ricevute, le ha salvate nel suo smartphone.

A causa di ciò è finito in manette un 50enne di Brindisi, ispettore INAIL.

L’uomo dovrà rispondere di pedopornografia e concorso in violenza sessuale.

L’ordinanza cautelare è stata emessa dal Tribunale di Perugia.

Già la scorsa estate l’uomo aveva subito un decreto di perquisizione e sequestro.

La vicenda è emersa grazie alla denuncia alla Polizia di Perugia effettuata da alcune cartomanti di un call center, una volta appresa dalla madre della bambina, una 42enne di Foligno.

Dalle indagini è, quindi, scaturito che la donna aveva avuto una relazione con il brindisino, a cui aveva inviato foto e video della bambina di 7 anni.

L’uomo, infatti, avrebbe richiesto gli scatti erotici della piccola durante le chat.

Nel giugno scorso, tra l’altro, la donna era stata arrestata per violenza sessuale aggravata in Umbria.

L’ispettore dell’INAIL adesso si trova rinchiuso nel carcere di Brindisi in attesa di essere interrogato per rogatoria dal GIP.