Covid-19 al Comune di Roma, Virginia Raggi in autoisolamento

Un caso di coronavirus accertato all’interno dell’ufficio di Gabinetto della sindaca della Capitale.

Virginia Raggi (foto dal profilo Facebook della sindaca di Roma)

Un caso di Covid-19 è stato accertato all’interno dell’ufficio di Gabinetto della sindaca di Roma Virginia Raggi.

Di conseguenza, in aderenza alle linee guida nazionali, la Raggi ha consultato il proprio medico curante che le ha inviato richiesta per l’effettuazione di un test diagnostico.

La prima cittadina si è recata in un ospedale pubblico per effettuare il tampone e, come prevedono le norme, resterà in autoisolamento in attesa dell’esito dei test. La sindaca Raggi continuerà a esercitare comunque le sue funzioni istituzionali.

Secondo quanto riportato da Il Foglio, ad essere risultato positivo è il capo di gabinetto di Virginia Raggi, Stefano Castiglione. Sentito da il Foglio Castiglione ha confermato: «Mi trovo a casa, ho qualche linea di febbre, ma sto bene. La sindaca? Mi ha chiamato poco fa per conoscere le mie condizioni. Non la vedo dalla scorsa settimana».

CORONAVIRUS NEL LAZIO

«Su quasi 11 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 275 casi e di questi 128 a Roma, 4 i decessi e 133 i guariti. Preoccupa la situazione del territorio della Asl di Latina». Lo ha reso noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, sottolineando che è «partito oggi il progetto pilota dei test antigenici con prelievo salivare nelle scuole con i primi 100 test a bambini di Fiumicino».

LEGGI ANCHE: Covid-19, il ministro Speranza alla Camera: “La tendenza è in peggioramento”