Covid-19, aumentano i casi a Pechino: crolla il mito degli zero contagi in Cina

Scattato il provvedimento di lockdown in molti quartieri della capitale cinese.

In Cina sono stati registrati, nelle ultime 24 ore, altri 49 casi di contagio da Coronavirus, di cui 36 nella capitale Pechino, dov’è scoppiato un focolaio nei pressi del mercato agroalimentare di Xinfadi.

Seppur il numero può sembrare basso, da sottolineare che è praticamente crollato il ‘mito’ cinese dei contagi zero.

Di conseguenza, sono stati avviata migliaia di test ed è scattato il provvedimento di lockdown per le zone limitrofe a quelle ‘rosse’. Inoltre, sono stati vietati gli spostamenti interprovinciali.

Nel dettaglio, si è appreso che a Pechino – 21,7 milioni di abitanti – dieci zone residenziali sono state dichiarate zona rossa. Il contagio si starebbe diffondendo dai mercati, in particolare da quello del pesce nel distretto di Fengtai, nel sud della capitale.

LEGGI ANCHE: Covid-19, quanti morti ha evitato il lockdown?

Il timore è che si possa diffondere un nuovo focolaio dell’epidemia a partire dalla vendita di animali vivi e pesce, come accaduto a Wuhan sette mesi fa. Tuttavia, secondo gli epidemiolog, è improbabile che si verifichi un’epidemia della portata di quella iniziata a fine dicembre.

Ma si è già corso i ripari: i nuovi casi positivi a Pechino hanno indotto le autorità a interrompere nuovamente le attività sportive e gli eventi culturali.

Il divieto riguarda tutte le attività sportive e culturali al coperto – ha precisato il sindaco della città Xu Ying – , mentre la capitale cinese torna a intensificare i controlli per affrontare il nuovo focolaio di coronavirus. Il funzionario della città Xu Ying ha detto ai giornalisti che sarà rafforzata «la disinfezione dello spazio pubblico» e dovranno ›chiudere temporaneamente le strutture sportive e ricreative al coperto». Saranno ripresi anche i controlli della temperatura, che erano stati sospesi.

LEGGI ANCHE: Vaccino Anti Covid-19: Moderna avvia la fase finale di sperimentazione a luglio.