Covid-19, da domani scatta il ‘coprifuoco’ in Lombardia: firmata l’ordinanza

L’ordinanza firmata dal presidente della Regione Attilio Fontana

Photo by SJ Objio on Unsplash

Da domani, giovedì 22 ottobre, scatta in Lombardia il ‘coprifuoco’ dalle 23 alle 5. Ci si potrà spostare soltanto per «comprovate esigenze lavorative».

L’ordinanza, valida fino al 13 novembre 2020, è stata firmata dal governatore Attilio Fontana e dal ministro della Salute Roberto Speranza e inviata all’Anci e ai sindaci dei capoluoghi di provincia.

Nel tesso si legge che, in ogni caso, è consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza. Tornano anche le autocertificazioni: «La sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato» e «tale onere potrà essere assolto, producendo un’autodichiarazione».

L’ordinanza scatta da domani 22 ottobre ed è efficace fino all’adozione di un successivo decreto del presidente del Consiglio dei ministri (e, comunque, fino al prossimo 13 novembre). Previste anche multe in caso di mancato rispetto degli obblighi: «Il mancato rispetto delle misure di cui alla presente ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’articolo 4 del decreto-legge 19 del 2020» (cioè con multe da 400 euro fino a 3mila euro).

Attesa, infine, un’altra ordinanza specifica per le misure che riguarderanno gli esercizi commerciali.

Queste misure sono state prese alla luce dei dati sanitari forniti dalla ‘Commissione indicatori Covid-19 RL’, costituita con il mandato di segnalare l’eventuale profilarsi di situazioni di rischio che configurino la necessità di interventi limitativi, per cui «al 31 ottobre – secondo la curva degli ultimi giorni – è plausibile che ci siano mediamente 594 (range da 434 a 815) ricoverati in terapia intensiva e fino a 4000 ricoveri non in terapia intensiva».

LEGGI ANCHE: Covid-19, record di nuovi casi in Veneto e Marche.