Covid-19 e fase due: task force propone gli over 60 ancora a casa dal 4 maggio

La proposta, però, pare sia stata subito bocciata dal premier Giuseppe Conte.

La task force guidata da Vittorio Colao, quella che ha l’obiettivo di pianificare la riapertura, ovvero l’ormai chiamata fase due, ha proposto, tra le varie azioni, l’esonero dal rientro dei lavoratori 60enni che, da lunedì 4 maggio, dovrebbero tornare a ripopolare le attività produttive e commerciali.

Tuttavia, come si apprende da Adnkronos, questa proposta avrebbe già avuto il giudizio negativo del presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, perché ritenuta un’ipotesi non attuabile in concreto. Inoltre, non sarebbe piaciuta neanche al Partito Democratico e al MoVimento 5 Stelle.

Il piano sul tavolo dell’esecutivo e messo a punto dalla squadra di esperti, che segnerà la strada della ripartenza, prevede di riaprire l’Italia passo dopo passo, facendo convivere il Paese con il coronavirus tramite le mascherine sui volti e le distanze di sicurezza finché non si arriverà allo sviluppo e alla diffusione di un vaccino e di una terapia ad hoc.

Al primo campanello d’allarme, però, alcune aree dell’Italia potrebbero essere bloccate nuovamente. Ecco perché sarà fondamentale il rapporto tra il Governo centrale e i territorio, come già rimarcato dal presidente del Consiglio nell’incontro con i governatori delle Regioni.

La Lombardia, restando in tema, ha chiesto al Governo alcune certezze sulle date per la riapertura di alcune attività lavorative e se ci saranno orari flessibili e più lunghi e dilatati nella settimana (ad esempio, una settimana lavorativa da sei giorni anziché cinque).

La Lombardia starebbe puntato soprattutto sulla rapida riapertura dei cantieri edili e delle filiere produttive legate in particolare all’export oltre che delle attività terziarie al servizio di esse. Inoltre, si attendono chiarimenti su come gestire il servizio di trasporto pubblico e la vita quotidiana dei bambini, visto che gli asili e le scuole riapriranno a settembre.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, come cambierà il prezzo della benzina?