Covid-19 ha ucciso 3 volte in più di influenza e polmonite messe insieme

Il dato è emerso dall’ONS, Ufficio per le Statistiche Nazionali britannico.

Photo by SJ Objio on Unsplash

Stando a nuovi dati, il coronavirus ha causato nel Regno Unito tre volte più morti rispetto alla polmonite e all’influenza messe insieme nei primi otto mesi di quest’anno.

I dati dell’Ufficio per le Statistiche Nazionali britannico (ONS) hanno mostrato che ci sono stati 48.168 decessi dovuti al COVID-19 in Inghilterra e Galles, 13.619 a causa della polmonite e 394 decessi a causa dell’influenza.

Di tutti i decessi durante questo periodo, il COVID-19 ha rappresentato il 12,4%, mentre lo 0,1% è stato dovuto all’influenza e il 3,5% alla polmonite.

«Dal 1959, ovvero da quando sono iniziate le registrazioni mensili dei decessi dell’ONS, il numero dei decessi dovuti a influenza e polmonite nei primi otto mesi di ogni anno è stato inferiore al numero dei decessi per il COVID-19 visti, finora, nel 2020», ha detto Sarah Caul, responsabile dell’analisi della mortalità presso l’ONS, come riportato su Sky News.

Foto di Juraj Varga da Pixabay

LEGGI ANCHE: Il Covid-19 è più letale dell’influenza, lo dicono i numeri.

Nelle case di cura, particolarmente colpite dalla pandemia, la percentuale dei decessi dovuti al COVID-19 è stata quasi il doppio di quelli causati da influenza e polmonite.

Il tasso di mortalità per COVID-19 è anche «significativamente più alto» dei tassi di influenza e polmonite sia per quest’anno che per la media quinquennale.

Insomma, questi dati smentiscono una considerazione che spesso si legge sui social media, ovvero che il nuovo coronavirus non sia meno pericoloso dell’influenza. No, non è così.

LEGGI ANCHE: Coppia di sposi positiva al Covid-19, oltre 100 invitati.