Covid-19, “il vaccino potrebbe non essere sufficiente”

Il parere di Antoine Flahault, direttore dell’Istituto di salute globale dell’Università di Ginevra

Image Credit: hazem.m.kamal@gmail.com/DepositPhotos

Il direttore dell’Istituto di salute globale dell’Università di Ginevra, Antoine Flahault, ha affermato in un’intervista che il vaccino non è sufficiente per superare la pandemia di Covid-19, indipendentemente dal laboratorio che lo produce.

Infatti, durante un’intervista rilasciata a un settimanale francese (JDD), l’epidemiologo Flahault ha spiegato che la campagna globale di vaccinazione per debellare il coronavirus non è la soluzione giusta e sarebbe addirittura «una scommessa azzardata e rischiosa».

L’esperto ha spiegato che, come primopasso, dobbiamo uscire dal «convivere con» e muoverci verso una strategia di rimozione del virus. Il rischio maggiore, con la strategia attuale, è tornare su un altopiano che ha portato alla morte di molte persone.

Antoine Flahault ha spiegato che i vaccini potrebbero non essere efficaci contro le nuove varianti non scoperte e, quindi, possono limitare l’efficacia di questa strategia di vaccinazione. Per l’esperto ci sono tre ipotesi:

  • Nuove varianti che mettono a repentaglio l’efficacia dei vaccini;
  • Consegna dei vaccini non al ritmo desiderato
  • Problemi con il vaccino di AstraZeneca anche in altri vaccini con la conseguente messa in discussione del consenso pubblico.

Per l’esperto, quindi, nell’ambito dell’obiettivo della rimozione del virus, sarebbe più che essenziale chiudere le scuole per un periodo prolungato: «Fermare le attività degli adulti è importante, ma un altro grande terreno fertile è quello delle scuole (…) Se i contagi dovessero riesplodere in Francia, bisognerà mantenere lo sforzo oltre le vacanze primaverili».

Ma non è tutto. Il direttore dell’Istituto per la salute globale dell’Università di Ginevra ha accolto con favore le misure rigide adottate da molti Paesi come Norvegia, Finlandia e Danimarca, che oltre al vaccino hanno associato «una minima circolazione del virus».

Secondo l’epidemiologo, in conclusione, il contenimento rigoroso sarebbe la chiave per porre fine al Covid-19 di pari passo con la campagna vaccinale.

LEGGI ANCHE: Festa al ristorante in zona bianca, 81enne muore di coronavirus.