Covid-19, in Cina scoperto gelato positivo al coronavirus

Un totale di 4.836 scatole potrebbero essere contaminate dal virus.

Image Credit: THPStock/DepositPhotos

Tre campioni di gelato sono risultati positivi al Covid-19 in Cina.

Le autorità sanitarie stanno adesso cercando di rintracciare le persone che potrebbero essere entrate in contatto con il gelato, prodotto dalla Tianjin Daqiaodao Food Company nel nord del comune di Tianjin.

Un totale di 4.836 scatole potrebbero essere contaminate, 2.089 delle quali sono state sigillate e messe in sicurezza, secondo quanto riportato da China Daily.

Le autorità stanno indagando anche su 65 scatole che sono state vendute nel mercato locale dopo i risultati positivi dei test di giovedì scorso, 14 gennaio. Ogni scatola conteneva sei prodotti, realizzati utilizzando latte in polvere dall‘Ucraina e siero di latte in polvere dalla Nuova Zelanda.

Il coronavirus potrebbe essere riuscito a sopravvivere sul gelato grazie alle basse temperature a cui è conservato e dal fatto che contiene grassi.

Tuttavia, il dottor Stephen Griffin, virologo dell’Università di Leeds, Inghilterra, ha affermato che è molto probabile che si tratti di «una tantum» e non dovrebbe essere motivo di allarme.

Parlando a Sky News, ha detto: «È probabile che il contagio provenga da una persona e, senza conoscere i dettagli, penso che questo sia probabilmente un evento unico. Ovviamente, qualsiasi livello di contaminazione non è accettabile ed è sempre motivo di preoccupazione, ma è probabile che questo sia il risultato di un problema con l’impianto di produzione e con l’igiene della fabbrica. Non dobbiamo farci prendere dal panico che ogni gelato possa essere contaminato».

I 1.662 dipendenti dell’azienda sono in quarantena e alle persone che hanno acquistato il gelato è stato detto di monitorare la loro salute, i movimenti e di informare le autorità. Finora 700 dipendenti sono risultati negativi al Covid-19.

LEGGI ANCHE: Ordina un cono gelato e dentro ci trova un dito.