Covid-19, in Giappone scoperta anche una variante proveniente dal Brasile

La variante è stata trovata nei test aeroportuali

Il ministero della Salute giapponese ha comunicato la scoperta di una nuova variante del coronavirus nelle persone in arrivo dal Brasile diversa da quelle in Gran Bretagna e Sud Africa.

La variante è stata trovata nei test aeroportuali su un uomo sulla quarantina, una donna sulla trentina e due adolescenti. Il Giappone sta lavorando con altre nazioni, l’OMS e altri esperti medici per analizzare la nuova versione del virus e non è ancora chiaro se i vaccini disponibili possano funzionare.

L’uomo risultato positivo al test non ha avuto sintomi all’arrivo ma è stato ricoverato in ospedale dopo che ha riscontrato problemi alla respirazione. La donna soffriva di mal di testa; un adolescente, un maschio, aveva la febbre, mentre l’altra adolescente non aveva sintomi.

In Giappone sono stati segnalati circa 30 casi di varianti dalla Gran Bretagna e dal Sud Africa. Gli esperti sono preoccupati che le varianti sembrino diffondersi più velocemente.

Il Giappone ha dichiarato lo stato di emergenza per l’area di Tokyo, chiedendo a ristoranti e bar di chiudere alle 20:00. Ma le stazioni ferroviarie e i ristoranti sono ancora affollati, anche di notte.

Il Giappone ha avuto finora circa 4.000 decessi correlati al COVID-19 e più di 280.000 casi confermati.

LEGGI ANCHE: “Da agosto circola anche una variante italiana del coronavirus”