Covid-19, in Veneto 1000 euro di multa per chi viola l’isolamento fiduciario

L’ordinanza regionale di Luca Zaia dopo il focolaio di coronavirus a Vicenza.

Luca Zaia (foto dalla pagina Facebook).

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, dopo il focolaio di coronavirus a Vicenza causato da un imprenditore positivo e sintomatico che ha rifiutato le cure in ospedale, ha chiesto l’introduzione di sanzioni penali per chi viola l’isolamento fiduciario.

Intanto, Zaia ha firmato un’ordinanza regionale con sanzioni amministrative molto dure. Innanzitutto, mille euro di multa per le persone, anche negative, che violano l’isolamento fiduciario. Una quota che rischia di moltiplicarsi (fino a 1000 euro per ogni dipendente) se la violazione dovesse riguardare un datore di lavoro.

Secondo la nuova ordinanza, le ULSS (Unità Locale Socio-Sanitaria) avranno l’obbligo di denunciare e di comunicare al sindaco, al prefetto e alla polizia, i soggetti obbligati all’isolamento fiduciario, per eventuali controlli e misure cautelari. In caso di rifiuto del ricovero da parte di persone risultate positive, l’azienda ospedaliera avrà l’obbligo di denuncia d’ufficio alle forze di polizia.

LEGGI ANCHE: Focolaio di coronavirus nel Ravennate.

Zaia ha detto: «Chiedo che a livello nazionale si possa portare al penale la violazione dell’isolamento fiduciario anche del negativo. Ne ho parlato anche con il ministro Speranza, mi aspetto che sul ricovero coatto si provveda a trovare la modalità con un decreto, in maniera che i sanitari decidano se provvedere all’isolamento fiduciario in casa, e se il caso è grave, di fare in modo di evitare di disperdere il virus sul territorio».

Zaia ha anche diffuso i numeri dell’epidemia nell’ultima settimana ed è emerso che i contagi sono stati solo 28 e di questi, ben 15 sono stati importati o hanno visto coinvolti cittadini stranieri. «Questo è il vero tema emergente oggi, e non stiamo parlando di razzismo ma di salute pubblica. C’è tutta una letteratura sui contagi transfrontalieri e tra paesi che definiamo all’avanguardia. Il Veneto è quasi indenne, i contagi veneti sono nelle Rsa o microfocolai familiari».

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19, dall’India altri due candidati.