Covid-19, le misure in vigore dal 7 all’11 gennaio: cosa si può fare e cosa no

Le regole da seguire.

Cosa si potrà fare e cosa no da oggi, giovedì 7 gennaio dopo le misure restrittive anti Covid-19 delle festività natalizie e di fine anno?

ZONA GIALLA

Oggi, giovedì 7 gennaio, e domani 8, tutte le Regioni d’Italia sono di colore giallo. Ciò significa che possiamo spostarci per qualsiasi motivazione e senza autocertificazione.

Però, per spostarci da una Regione all’altra è necessaria l’autocertificazione e la motivazione (lavoro, salute o necessità). Resta in vigore il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00.

Le attività di ristorazione potranno restare aperte ma fino alle 18.00. Successivamente potranno proseguire con l’asporto (fino alle 22) o con la consegna a domicilio (che non ha limiti d’orario).

Ogni altra tipologia di attività può restare aperta.

ZONA ARANCIONE

Nel prossimo fine settimane (9 – 10 gennaio), però, tutte le Regioni passano al livello arancione.

Pertanto, non potremo spostarci da un Comune all’altro se non per motivi di salute, lavoro e necessità. Tuttavia, sono consentiti gli spostamenti tra un piccolo Comune con meno di 5mila abitanti e in un raggio di 30 chilometri.

Le attività di ristorazione potranno servire i propri clienti solo in modalità d’asporto fino alle 22 e tramite consegna a domicilio ma senza limiti d’orario. Restano aperte le altre attività.

DALL’11 GENNAIO

Dall’11 gennaio tornerà la divisione dell’Italia in fasce colorate e occorrerà attendere il nuovo report dell’Istituto Superiore di Sanità per conoscere la mappa.

DAL 15 GENNAIO

Ci sarà un nuovo decreto e, forse, l’istituzione della zona bianca.

LEGGI ANCHE: Era un negazionista No Mask ora dice tutti: “Non finite come me”