Covid-19, oltre 12mila israeliani positivi dopo la prima dose del vaccino

Lo ha riferito il Ministero della Salute.

Oltre 12.400 israeliani sono risultati positivi al COVID-19 dopo essere stati vaccinati, tra cui 69 persone che avevano già ricevuto la seconda dose. Lo ha riferito il Ministero della Salute.

Ciò equivale al 6,6% delle 189mila persone vaccinate che hanno effettuato i test del coronavirus dopo essere state vaccinate.

Secondo i dati del ministero, 5.348 persone sono state trovate positive al coronavirus fino a una settimana dopo avere ricevuto il vaccino su 100mila persone che sono state vaccinate e poi testate una settimana dopo, quindi con un tasso di infezione del 5,4%.

Altre 5.585 persone sono risultate positive al coronavirus tra l’8° e il 14° giorno dopo aver ricevuto il primo vaccino, cioè l’8,3% delle 67mila persone che sono state vaccinate e testate durante quel periodo post-vaccinazione.

Le persone sono risultate positive al test anche più di due settimane dopo avere ricevuto la prima dose, tra il 15° e il 21° giorno, un periodo durante il quale si prevede che sia già attiva l’immunità parziale.

Delle 20mila persone testate durante questo periodo post-vaccino, 1.410 persone sono risultate positive, circa il 7,2%. Delle 3.199 persone che hanno effettuato i test del coronavirus tra il 22° e il 28° giorno dopo il primo vaccino, 84 sono risultate positive (2,6 per cento), comprese 69 persone che erano già state vaccinate due volte.

Nell’ultimo mese sono state vaccinate in Israele circa 2,15 milioni di persone, di cui 300mila hanno già ricevuto una seconda dose.

LEGGI ANCHE: Medici di Wuhan: “Sapevamo della mortalità del coronavirus ma ci è stato detto di tacere”