Covid-19: un ragazzo ha organizzato una partita di calcio tra sani e malati

La scellerata iniziativa è stata bloccata sul nascere.

Un 23enne di Pamplona ha organizzato una partita di calcio tra sani e malati di Covid-19. A riferire il fatto ci hanno pensato due quotidiani spagnoli, l’As e il Marca. Questa sciagurata idea non è stata per fortuna concretizzata.

La partita, prevista per la giornata del 20 luglio, è stata infatti bloccata dalle Forze dell’Ordine. L’organizzatore è stato ovviamente denunciato e si è visto comminare una multa di 3.000 euro. A rendere la cosa ancora più grottesca contribuisce il fatto che la partita era stata descritta come un progetto di beneficenza per aiutare i malati di Covid.

LEGGI ANCHE: Il cane della compagna lo morde e lui gli dà fuoco: arrestato

Il passaparola sui social

A rendere nota alle Forze dell’Ordine l’organizzazione dell’assurdo match ci ha pensato il passaparola social. Per l’iscrizione alla partita, infatti, il 23enne spagnolo ha invitato a utilizzare Instagram. Questa scelta gli è per fortuna costata cara, troncando sul nascere un’iniziativa a dir poco pericolosa.

LEGGI ANCHE: Le aveva promesso un week end in una Spa ma l’ha portata in giro per gli Spar