Covid-19, Zangrillo insiste e invita alla fiducia e all’ottimismo

Le parole del medico inviate in una lettera al Fatto Quotidiano.

Zangrillo

Alberto Zangrillo ha inviato una lettera al Fatto Quotidiano per rispondere a un articolo di Marco Travaglio di ieri, giovedì 23 luglio.

Innanzitutto, Zangrillo ha negato l’interesse per la politica: «Il mio totale disinteresse ad ogni tipo di coinvolgimento è confermato, ora e sempre, semplicemente perché quando un obiettivo è così semplice da raggiungere, perde il mio interesse. Ironie a parte, ho la fortuna di fare un lavoro che mi appassiona e non intendo lasciare».

Alberto Zangrillo
Alberto Zangrillo

LEGGI ANCHE: Massimo Galli risponde a Zangrillo: “Virus non si è indebolito”

Poi, Zangrillo insiste sulle sue posizioni sul Covid-19: «Chiunque sia in contatto con un medico ospedaliero italiano sa che, negli ultimi mesi, la principale causa di ricovero in ospedale di pazienti con tampone positivo per Sars-Cov2 è rappresentata da malattie coesistenti e non da manifestazioni cliniche di polmonite da Covid», aggiungendo che «certo, in altri Paesi, i dati epidemiologici restano molto preoccupanti ma non ci devono impedire di nutrire fiducia e infondere ottimismo. Questo ci stanno suggerendo le evidenze scientifiche».

LEGGI ANCHE: Covid-19, Burioni: “Virus circola ed è pronto a ripartire come in Spagna”