Crisi D’Alessio – Tatangelo. Il commento al vetriolo della Lucarelli

Si sa, Selvaggia Lucarelli non se le tiene. Non ce l’ha fatta neanche questa volta. Nel mirino dei suoi post al vetriolo oggi sono finiti Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo che hanno annunciato due giorni fa ufficialmente di essere in crisi.

La blogger più famosa e controversa d’Italia non poteva rimanere in silenzio. E non tanto perché si separa una delle coppie più chiacchierate, ma perché i due cantanti partenopei prima “chiedono rispetto per la loro privacy” e poi “scrivono all’ANSA”.

Una contraddizione grande come una casa che non è sfuggita alla Lucarelli che ne ha scritto in questi termini sul suo profilo Facebook.

Non ho ben capito. La Tatangelo e Gigi sono in crisi, non vogliono interferenze nella loro privacy e allora che fanno? Chiamano mamma e si sfogano? Affittano un bilocale sull’Appennino umbro-marchigiano e vanno a meditare? Passano pomeriggi nel tinello afoso della zia a sfogarsi lontani dallo showbiz? No, scrivono all’Ansa che sono in crisi e chiedono rispetto per la loro privacy”.

Poi fa un pungente e sarcastico affondo come solo lei sa fare.

La gente normale, quando litiga con il compagno/a, chiama un’amica al telefono e le dice quella è proprio una stronza. Lei poteva chiamare una cugina e dire se lo becco con un’altra finalmente dico che “Non dirgli mai” mi ha sempre fatto cagare! Non l’Ansa. Anna, Gigi. Provate anche voi, dai, l’ebbrezza della normalità”.

E conclude il post con una provocazione che la dice tutta.

Ho un anello con brillocco nascosto nella scatola del phon agli ioni in bagno. Chiedo ai ladri di non venirmi a rubare a casa. Grazie”.

Inutile dire che il post, in meno di 24 ore ha totalizzato più di 30mila like, quasi 3mila commenti e circa 800 condivisioni.