Crisi di Governo, Boschi (IV): “Pronti a lasciare e dubito si vada al voto”

Le parole del capogruppo di Italia Viva a Montecitorio.

In questi giorni si sta parlando tanto di una possibile crisi di governo innescata da Italia Viva, il partito di Matteo Renzi.

In un’intervista rilasciata a Il Messaggero, Maria Elena Boschi, capogruppo di IV a Montecitorio, ha affermato: «La nostra sfida è semplice: vogliamo scrivere bene il piano che serve a spendere i soldi europei».

E ancora: «Non vogliamo blitz notturni come quello che abbiamo evtato la settimana scorsa con ignote manine che hanno provocato a esautorare governo e Parlamento. Noi vogliamo serietà. Poi se Conte vuole votare perché pensa di capitalizzare il suo consenso personale, credo che sia un errore, innanzitutto per lui».

Boschi, sul MoVimento 5 Stelle, ha affermato: «La metà ha il problema del terzo mandato, l’altra metà sa che oggi sono oltre trecento domani saranno 50. Ho qualche dubbio che vogliano andare al voto. È meglio non aprire crisi al buio, ma se dovessi scommettere anche solo un centesimo dico che anche in caso di crisi al buio non si voterebbe».

Su un’ipotetica crisi di governo è intervenuto anche il presidente della Camera Roberto Fico: «Un’eventuale crisi sarà gestita dal presidente della Repubblica. Poi è chiaro che in una democrazia parlamentare tutto può accadere se c’è  una nuova maggioranza. Ma credo, ed è una mia opinione personale, che sia un percorso molto stretto e che quindi si andrà a elezioni».

Con le due maggioranza dei due governi Conte, ha detto Fico, «gli schemi sono stati già tentati tutti. È molto difficile una terza via».

LEGGI ANCHE: Il premier Conte: “Il piano per Natale c’è”