Criticano la sua cucina, si vendica avvelenando i commensali

Pranzo con il morto. È accaduto in India dove una giovane moglie ha volutamente avvelenato i commensali del pranzo organizzato per inaugurare la sua nuova abitazione.

Lei si chiama Pradnya Survase, ha 23 anni e vive nel villaggio di Mahad, nel distretto di Raigad, nello stato indiano di Maharashtra. Al suo pranzo c’erano circa 120 commensali. Da quanto ricostruito, durante il pranzo la giovane è stata duramente criticata per il modo in cui aveva cucinato.

La 23enne allora ha deciso di vendicarsi delle offese e di punire i commensali mischiando del pesticida al cibo. Risultato: 5 morti (di cui 4 minorenni) e 88 intossicati.

Pradnya è stata arrestata con le accuse di omicidio, tentato omicidio e cospirazione ai sensi del codice penale indiano. Per questo rischia addirittura la pena capitale. Lei, tuttavia, non ha negato l’avvelenamento. Ha pure ammesso che voleva avvelenare anche il marito, le cognate, la suocera e la sorella di sua suocera. Il motivo? Le violenze psicologiche che subiva da parte loro dal giorno in cui si era sposata.