Crociera da incubo nel Nord Europa: ecco cosa è successo / VIDEO

Causa maltempo sono state annullate molte tappe. Poi, i disagi a bordo hanno fatto scoppiare la rivolta dei passeggeri.

La Crociera dei sogni per molti, un incubo per tutti. È quanto accaduto agli sfortunati (e arrabbiatissimi) passeggeri della ‘Norwegian Spirit’. Avevano sborsato 5.700 euro a persona per una vacanza di lusso nel Nord Europa con tappe in Islanda, Norvegia, Francia e Olanda. Ma la crociera non è andata esattamente secondo il programma.

I problemi sono iniziati fin dalla prima tappa ad Amsterdam: niente attracco a causa del vento e del maltempo. Stesso copione per Le Havre in Francia, Reykjavik, Greenock in Scozia. La nave, inoltre non si è fermata neanche a Belfast perché non ha ricevuto l’autorizzazione e così la nave è rimasta al largo per tre giorni.

Ci siamo imbarcati da Southampton – ha raccontato su Facebook Snowy Dey, una delle passeggere – e ci hanno subito detto che non ci saremmo più fermati al porto di Amsterdam sostituito da quello di Le Havre, in Francia. Quando siamo arrivati in Francia però il capitano ha annunciato che non avremmo potuto attraccare a causa del maltempo e abbiamo proseguito per la Norvegia. In Norvegia invece che nei previsti 3 porti ci hanno fatto fermare in 5 perché ancora una volta i due porti dove avremmo dovuto fermarci in Islanda sono stati sostituiti” per il rischio di incontrare l’uragano Lorenzo.

Ma i disagi non sono finiti qui. Il mancato attracco ha impedito di scaricare gli impianti fognari e così i bagni si sono allagati facendo finire i liquami persino in alcune cabine. Inoltre niente fermata, niente rifornimento alimentare e così i passeggeri sono stati costretti a patire la fame o a mangiare cibo andato a male.

Esasperati i turisti chiesto di tornare a casa e di avere il rimborso totale della spesa sostenuta per una crociera che in realtà non c’era stata. La compagnia, però, ha offerto solo un voucher di appena il 30% del valore del viaggio. A quel punto è scoppiata la protesta a bordo al grido di battaglia di “rimborso, rimborso”.

Leggi anche: Principessa saudita condannata per avere maltrattato un idraulico.

Da SaluteLab: 3 modi per rilassarci nei mezzi pubblici affollati.