Cura per il Coronavirus: la dott.ssa Damisha Harrison potrebbe averla trovata

La comunità scientifica mondiale sta cercando un vaccino e una terapia efficaci, forse ci siamo.

Cura coronavirus

La cura per il Coronavirus potrebbe arrivare da una donna. Il farmaco che potrebbe rivelarsi salvavita è stato scoperto da Darnisha Harrison, fondatrice e CEO di Ennaid Therapeutics, in Georgia. Pare infatti che gli scienziati che lavorano per la sua azienda abbiano trovato una terapia efficace contro il Covid-19. Per le ricerche è stata impiegata l’intelligenza artificiale.

Il farmaco si chiama ENU200, un antivirale in attesa di brevetto. La somministrazione avviene per via orale ed è stato approvato anche dalla Food and Drug Administration. «La FDA ha supportato molto la revisione rapida in ogni fase del processo»: ha affermato Damisha Harrison. E ancora: «Prevediamo che gli studi clinici potrebbero iniziare entro 90 giorni e durare circa un mese. Siamo abbastanza ottimisti».

Damisha Harrison
Damisha Harrison

LEGGI ANCHE: Coronavirus, non si diffonde facilmente attraverso le superfici?

In fase preliminare è stato dimostrato come due proteine che causano il Covid-19 siano state neutralizzate grazie a questo farmaco. Il suo sviluppo è nato a seguito di una ricerca bioinformatica per l’identificazione di composti chimici precedentemente approvati (che bloccano le proteine CoV, picchi di glicoproteina S e Mpro).

«ENU200 blocca la glicoproteina S del CoV, responsabile dell’attacco delle cellule ospiti e della fusione della membrana virale durante l’infezione»: ha spiegato chi pare aver trovato una cura per il Coronavirus. Inoltre, ENU200 blocca la proteasi principale di CoV, e Mpro non è solo un enzima chiave per la sua replicazione, ma è anche responsabile della trasformazione del polipeptide in proteine funzionali.

«Attualmente, abbiamo dati in vitro e in vivo a supporto dell’inibizione di ENU200 di una proteasi virale in una diversa infezione virale», ha detto Damisha Harrison. «Entrambi i virus sono virus RNA. Una prova che ENU200 è davvero un antivirale».

Visto che il farmaco pare essere ben tollerato e sicuro, si spera possa trattare anche i casi senza sintomi e lievi. Una riduzione dell’80% delle infezioni da Coronavirus, ridurrebbe non solo la diffusione ma anche la potenza virale. Una scoperta importante, insomma, che merita di essere approfondita.