Curano l’asma del figlio con l’omeopatia, muore a 7 anni

Un bambino di 7 anni è morto in casa, a Girona (Spagna), dopo essere stato ‘curato’ da farmaci omeopatici.

I genitori, infatti, hanno provato a sconfiggere l’asma patita dal figlio con l’omeopatia, senza portarlo in ospedale quando le sue condizioni sono peggiorate.

Il bambino è morto a casa sua ed è rimasto lì per un mese.

La polizia catalana ha scoperto solo per caso il corpo del bambino in avanzato stato di decomposizione: gli agenti sono stati chiamati dalla proprietaria dell’appartamento perché non riceveva l’affitto da oltre un anno.

Il ritrovamento del cadavere è avvenuto il 5 gennaio del 2016 e la storia è diventata pubblica perché è in corso il processo ai due genitori, Bruce e Screll Hopking, entrambi di origine americana.

In aula, la coppia si è difesa, sostenendo che pensavano che il bimbo, anziché morto, stava dormendo e che si sarebbe risvegliato grazie alla preghiera.

I genitori sono accusati di omicidio per negligenza, avendo deciso di curare il proprio figlio soltanto con la medicina alternativa.

In aula, alcuni medici esperti hanno confermato che, se il bambino fosse stato curato come si deve, sarebbe ancora vivo.

Scoperto anche il motivo per cui i genitori hanno deciso di non affidarsi alla medicina tradizionale: la donna era andata dal medico per curare un’allergia che, invece, era peggiorata.

Il giudice ha chiesto la condanna a tre anni e tre mesi di carcere per entrambi.