Da bambina la chiamavano mostro. A 20 anni vuole partecipare a Miss Universo

Si chiama Evita Patcey Edgar Edmundo, ha 20 anni e sa cosa significa essere vittima di bullismo.

Quando era bambina, infatti, qualche compagno di classe la chiamava “mostro” o “biscotto di cioccolato” a causa dei nei che coprono tutto il suo corpo.

Oggi, però, la ragazza – originaria della Malaysia – ha deciso di sfidare chi l’ha infastidita presentandosi alle selezioni di Miss Universo.

A scuola nessuno voleva essere mio amico“, ha confessato la ragazza alla rivista Elle.

Evita Edmundo, con il passare del tempo, ha cominciato ad accettarsi, soprattutto dai 16 anni in poi, dopo aver frequentato un campo cristiano: “Lì ho imparato ad amare e a comunicare con gli altri“.

Evita ha svolto l’audizione per Miss Universo il 17 giugno scorso e ora sta aspettando l’esito: se è stata ‘promossa’ al turno successivo o meno.

Comunque andrà, Evita ha già promesso che parteciperà ad altri concorsi di bellezza: “Tengo le dita incrociata. Ma se non dovessi passare, ci sarà un’altra occasione“.

E noi facciamo il tifo per lei!