Davide Astori, la fake news sul contratto rinnovato. Ecco la verità

La Procura della Repubblica di Udine ha disposto l’autopsia sul corpo di Davide Astori, il capitano della Fiorentina deceduto domenica scorsa.

Lo ha annunciato Antonio De Nicolo, procuratore capo di Udine.

Scopo dell’autopsia è accertare eventuali reati come, ad esempio, “se qualcuno gli abbia dato qualcosa“, ipotesi che “è puramente astratta“.

Astori, ha precisato il procuratore, “era già morto da alcune ore quando è intervenuto il medico legale“.

I funerali di Astori si terranno giovedì 8 marzo a Firenze, nella Basilica Santa Croce, alle 10. La camera ardente sarà allestita da mercoledì a Coverciano.

LA SMENTITA DEL GESTO

Giovanni Malagò, commissario straordinario della Lega, aveva confermato le voci sull’intenzione della Fiorentina di rinnovare il contratto di Davide Astori.

L’ingaggio sarebbe devoluto alla compagna e alla figlia del calciatore.

Astori era il secondo giocatore più pagato della Fiorentina, con un ingaggio da 1,3 milioni di euro. Avrebbe dovuto rinnovare il contratto ieri, dopo la partita con l’Udinese.

Lo stesso Malagò, però, ore dopo ha smentito la notizia durante la trasmissione Tiki Taka: “Devo fare una precisazione importante in merito ad un presunto rinnovo del contratto di Astori. Era una notizia priva di fondamento, una fake news ripresa da un’agenzia. La Fiorentina farà qualcosa per la famiglia del giocatore anche se non sembra essere quanto emerso nelle scorse ore. Al momento preferisce tenerlo riservato e per questo va rispettata la sua decisione“.

Infine, Malagò ha annunciato che “nella prossima giornata di campionato tutte le squadre scenderanno in campo con la maglia di Astori. Quella di domenica è stata una giornata surreale per tutti noi, fermarsi è stato doveroso e spontaneo“.