De Luca al Governo: “Lockdown nazionale” (e chiude, intanto, la Campania)

La decisone del presidente della Regione Campania

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato, anche tramite una diretta su Facebook, la richiesta al Governo di un lockdown nazionale, specificando che in ogni caso «la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo».

De Luca ha aggiunto: «I dati attuali sul contagio rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale. È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare, trasporti). È indispensabile bloccare la mobilità tra regioni e intercomunale. Non si vede francamente quale efficacia possano avere in questo contesto misure limitate. In ogni caso la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo».

De Luca, poi, ha comunicato che «oggi dobbiamo fare l’ultimo tentativo per bloccare l’espansione del contagio. Quindi dobbiamo chiudere tutto per un mese, 40 giorni. Senza decisioni drastiche non possiamo più reggere, e dobbiamo prendere oggi le decisioni necessarie».

I dati: «Oggi in Campania abbiamo 2.280 positivi su 15.800 tamponi. Siamo al 14,5% rispetto al 12,8% di ieri».

LEGGI ANCHE: Covid-19, lockdown in Sardegna per 2 settimane.

De Luca, quindi, ha ribadito: «Comunicherò al governo non solo la mia richiesta di lockdown per tutta l’Italia, su cui deciderà il governo, ma per quello che riguarda la Campania procederemo in direzione della chiusura di tutto».

«Avevamo immaginato, con l’ordinanza che entra in vigore oggi, di introdurre una misura parziale, ma per i dati che abbiamo non basta più. Dobbiamo decidere di chiudere tutto. Faremo quello che riteniamo più giusto. Chiuderemo tutto, secondo lo schema già conosciuto ad aprile e marzo: chiusura di tutto, tranne le attività essenziali, e stop alla mobilità interregionale e fra comuni. Cioé quello che abbiamo fatto a marzo».

LEGGI ANCHE: Dagli USA l’approvazione di un farmaco contro il Covid-19.