Di Maio all’Assemblea Generale dell’ONU: “No all’uso della forza in Libia”

Le parole del titolare della Farnesina a New York.

Luigi Di Maio è a New York per l’Assemblea Generale dell’ONU e da lì, per quanto concerne la Libia, ha affermato che “non ci possono essere soluzioni che possano prevedere l’uso della forza, la soluzione è solo politico-diplomatica“.

E ancora: “Siamo tutti coscienti di quale sia la situazione critica in Libia, ma l’Italia non rinuncia da una parte a riconoscere il governo legittimo di Serraj come appoggiato dall’Onu ma allo stesso tempo riconosciamo come interlocutore anche la Cirenaica“.

Per il ministro degli Esteri, quindi bisogna intraprendere “un percorso” e “gli incontri dI questi giorni saranno molto importanti. Incontrerò molti dei ministri che rappresentano il Mediterraneo allargato ed à importante per noi stabilire delle relazioni, perché ci possa essere una voce unica da parte dI tutti i paesi coinvolti. Nessuno deve provare come stato europeo o extraeuropeo a fare salti in avanti, corse in avanti che possono solo far male alla situazione la Libia“.

Di Maio, infatti, parteciperà sia alla riunione all’Onu dei ministri degli Esteri sulla Libia presieduta da Italia e Francia, sia alla conferenza di Berlino delle prossime settimane.

A proposito, poi, dell’accordo preliminare concluso a La Valletta, il leader dei pentastellati ha affermato che “oggi è una giornata importante sul fronte dell’immigrazione per l’Italia, sono contento e ho fatto i complimenti al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese per quanto riguarda il tema dell’accordo e della dichiarazione di intenti fatta a Malta sugli immigrati, sulle migrazioni, sul fatto che possiamo redistribuire i migranti in altri Paesi europei“.

Leggi anche: Maroni bacchetta Salvini: “Commessa un’ingenuità”.

Da SaluteLab: Come alleviare i crampi mestruali con la cannella.