Cronaca Social

Dieta col metodo “Sanu”: l’incredibile modo per eliminare cattive abitudini alimentari e dimagrire

Si può dimagrire senza bisogno di seguire una dieta rigidissima e a stecchetto. Ad affermarlo è Luca Cioffi, biologo nutrizionista e autore del libro In forma con il metodo Sanu. “Sanu” è l’acronimo per Studio di Alimentazione e Nutrizione Umana, ovvero una strategia nutrizionale che può portare al dimagrimento e alla riduzione della ritenzione idrica senza fare troppe rinunce. L’autore di questo ritmo alimentare, riassunto in una dieta ricca e non rigida spiega in cosa consiste e come seguirla correttamente.

Ci sono delle cattive abitudini a tavola che sono la principale causa per cui ogni dieta può essere assimilata o condotta con risultati negativi per l’organismo. Comportamenti che fanno ingrassare o gonfiare di liquidi, per la maggior parte. ​”Mangiare velocemente, magari in piedi. Il non ritagliarsi tempo per cucinare e quindi consumare spesso piatti già pronti. E poi il junk food e il bere poca acqua durante il giorno – spiega il biologo nutrizionista – Questi sono i principali errori che ritroviamo alla base di un’alimentazione scorretta, causa di gonfiore addominale, aumento della ritenzione idrica e del peso”.

Ci sono alcuni “trucchi” per invertire la tendenza all’ingrassamento. ​L’esperto consiglia prima di tutto di masticate lentamente per una migliore digestione e non affaticare l’organismo. Meglio evitare anche pasti già pronti, con spesso un alto contenuto di sale. “Anche junk food e snack ipercalorici sono da limitare dato il loro enorme apporto di zuccheri semplici che, oltre a creare fermentazione e gonfiore, fanno impennare vertiginosamente i livelli di insulina”.

Perché in inverno tendiamo a ingrassare? L’esperto spiega che durante la stagione fredda e più buia si è tutti più pigri. “Diamo la colpa alla pioggia e alle temperature rigide e ci chiudiamo a casa”. Ma anche con 30 minuti di attività fisica al giorno, in casa, fanno bene al proprio corpo.

Inoltre, per una buona dieta e un buon ritmo si deve trovare il giusto equilibrio, evitando eccessive restrizioni. Impostare una quantità di 5 pasti: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena, con porzioni di frutta e verdura. Tutto questo va accompagnato da tanta acqua, sempre.

Per smaltire 2-3 chili di troppo? Afferma l’esperto: “un menù equilibrato che mi sento di consigliare ma che dipende sempre da persona a persona. Colazione con latte e cereali. Spuntino a metà mattina con un frutto fresco o frutta secca. Per pranzo pasta con verdure, accompagnato con del pollo, pesce o formaggio grana per secondo. Merenda a base di yogurt e frutta oppure una tisana. Per cena un secondo piatto con proteine magre, verdure e pane integrale”.