Dieta di Fiorello, come funziona? Possono farla tutti? Ecco cosa devi sapere

Niente cena, così da purificare l’organismo. Ecco il segreto della rivelazione di Sanremo 2020.

La dieta di Fiorello non è per tutti, lo specifica il nutrizionista Stefano Erzegovesi puntualizzando: «Ha senso cambiando alcuni cibi abituali». Alla base della alimentazione adottata dallo showman di origini siciliane ci sono 16 ore di digiuno e otto in cui si mangia, ma senza esagerare. Si può scegliere: 8/16 o 9/17, la sera quindi solo acqua o tisane.

A detta di molti questo metodo è un vero toccasana per perdere peso e stare meglio in generale. Una precisazione è d’obbligo però: bisogna usare il buon senso e avvalersi dell’aiuto di un nutrizionista qualificato che spieghi bene come alimentare correttamente l’organismo.

Stefano Erzegovesi
Il nutrizionista Stefano Erzegovesi

Sicuramente Fiorello può ritenersi fortunato. A 59 anni, infatti, sfoggia una linea da fare invidia a un trentenne. Il suo must? Il digiuno intermittente. Un metodo efficace e comprovato da ricerche scientifiche a supporto.

Il punto non è tanto saltare la cena (da qui il nome “dinner-cancelling”, coniato dallo specialista tedesco Dieter Grabbe), ma distanziare un pasto dall’altro almeno due o tre ore e non andare a dormire subito dopo cena. L’obiettivo è purificare l’organismo.

«Se si mangia tardi la sera, anche solo una tazza di latte con 2 biscotti, il corpo non può mettersi in ‘modalità pulizia’ perché ha ancora delle sostanze da metabolizzare», dice Stefano Erzegovesi, primario del Centro Disturbi del Comportamento Alimentare dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano -.

Lo stomaco in attività, infatti, ordina al cervello di tenere tutto acceso. La prima fase del sonno, allora, in cui ci si rigenera e si eliminano tossine, non può avere inizio. Il drenaggio delle impurità, di proteine anomale e radicali liberi che si sono accumulati nel corso della giornata non parte e l’organismo ne risente.

Esiste anche un metodo sperimentato da Valter Longo, professore di Biogerontologia e direttore dell’Istituto sulla Longevità all’University of Southern California di Los Angeles, che prevede cinque giorni al mese di dieta da 800-1000 calorie. Le proteine animali sono bandite.

Si può scegliere anche il modello “12-12”, in cui è concesso mangiare dalle 8 alle 20; o il settimanale “giorno di magro”, che prevede soltanto verdure, noci e olio d’oliva. C’è anche il digiuno totale: uno o più giorni senza toccare alcun cibo. Quest’ultima pratica però non è consigliabile, secondo Erzegovesi (psichiatra oltre che nutrizionista). Risulta troppo stressante per l’organismo che produce troppo colesterolo.

Attenzione, però, niente è miracoloso e la dieta di Fiorello non può essere seguita da chiunque. Non va bene per chi è sottopeso o affetto da disordini alimentari; i bambini o gli adolescenti è meglio che seguano una alimentazione tradizionale, lo stesso vale per le donne in gravidanza o in allattamento.

Gli anziani o i soggetti a rischio di malnutrizione, chi è sotto terapia farmacologica deve seguire le indicazioni dello specialista di riferimento: non si deve rischiare di alterare la biodiversità dei principi attivi, infatti.

La dieta che segue lo showman protagonista dell’ultima edizione del festival della canzone italiana, oltre che basarsi sull’orario, prevede una scelta ottimale delle materie prime. Inoltre bisogna avere metodo.

«Il digiuno intermittente io consiglio di praticarlo una o due volte a settimana, ascoltando il proprio corpo. È inutile non mangiare alla sera e poi riempirsi di dolci la mattina successiva perché in questo modo, nella somma algebrica tra cibo risparmiato prima e troppo cibo ingerito dopo, prevarrà sempre il segno più», ha aggiunto il dottore Stefano Erzegovesi.

Nei giorni di purificazione, poi, è meglio evitare i cereali raffinati, che incidono sui livelli di insulina nel sangue, e le proteine animali (che in eccesso hanno effetti pro-infiammatori). La sera, quindi, dopo le 17, solo acqua o tisane non zuccherate. Per il resto della settimana massima libertà, ma con buon senso.

LEGGI ANCHE: Ha tre figli in 11 mesi: l’incredibile storia di una madre 27enne

Ci sono benefici notevoli se si segue la dieta di Fiorello: «Si riducono i fattori di rischio di uno stile di vita cosiddetto occidentale», conclude il nutrizionista. Adesso non ci resta che chiedere al medico se fa al caso nostro e sperare di ottenere la linea invidiabile del presentatore siciliano, presenza fondamentale a Sanremo 2020, a fianco di Amadeus. Chissà adesso quale altro programma da tempi record riuscirà a condurre senza battere ciglio. Il suo segreto ormai lo conosciamo.

LEGGI ANCHE: Bruciore al seno: quando preoccuparsi?