Dieta Panzironi: cos’è Life 120 e i pareri discordanti sulla sua efficacia

Prende il nome da Adriano Panzironi, un vero e proprio guru nel campo dell’alimentazione. O almeno lo è per alcuni.

Dieta proteica
Tutti gli alimenti della dieta Panzironi

La dieta Panzironi promette una vita in salute e fino a 120 anni (da qui Life 120). L’ideatore ha proprio l’aspetto da scienziato, con tanto di occhiali e capelli arruffati. Molti lo credono un vero e proprio precursore, altri hanno qualche dubbio sulla validità delle sue proposte. Quello che promette non è un risultato di poco conto, se teniamo a mente che nemmeno la comunità scientifica si è ancora spinta così in là con l’aspettativa di vita.

Adriano Panzironi
Adriano Panzironi, il guru di Life 120

LEGGI ANCHE: Dieta di Fiorello, come funziona? Possono farla tutti? Ecco cosa devi sapere

Adriano Panzironi è un giornalista pubblicista e, con il fratello Roberto, ha creato la casa editrice Welcome Time Elevator – con al suo attivo tre volumi su come Vivere 120 anni: le ricerche, le ricette e le verità che nessuno vuole raccontare.

È anche un imprenditore: dopo il centro sportivo ad Anzio, ha anche fondato il marchio Life 120, con un fatturato di tre milioni di euro nel 2017. Vende integratori che promettono quasi l’immortalità. Quanto costano? 300 euro al mese, e vanno associati a una diete iperproteica e senza carboidrati.

Quello che fa dubitare è che non abbia alcun titolo per fare simili ‘prescrizioni’. Non è laureato né in medicina, né in biologia o in dietologia. Nulla che faccia pensare che abbia gli strumenti per guidare qualcuno dal punto di vista alimentare.

La dieta Panzironi è molto simile a quella chetogenica o paleo: predilige proteine come carne, pesce e uova, eliminando quasi del tutto i carboidrati e gli alimenti raffinati. Banditi anche i latticini, la frutta – ricca di zuccheri – e le verdure, soprattutto quelle con fibre insolubili.

Dieta a base di proteine
Tutti gli alimenti della dieta Panzironi

LEGGI ANCHE: La dieta mediterranea è la migliore al mondo: la conferma dagli Usa

Per le fibre e le vitamine contenute nei vegetali? È sufficiente una pillola Life 120, un concentrato di aminoacidi, olio di pesce e spezie. Una soluzione che non sarebbe solo in grado di prevenire le malattie, ma anche di guarirle. Armando Panzironi, quindi, punta il dito contro la dieta mediterranea.

A controbattere è sceso in campo il professore Giovanni Spera, endocrinologo, già ordinario di Medicina Interna de La Sapienza di Roma. Afferma infatti che la dieta occidentale, diffusa soprattutto negli Stati Uniti, è responsabile di patologie quali il diabete e l’obesità. Inoltre, non è d’accordo sulla demonizzazione del glucosio: il più mobile dei macronutrienti.

L’alimentazione, in sostanza, deve essere calibrata a seconda delle proprie esigenze e dei propri disturbi. I carboidrati, per esempio, sono dannosi per chi ha problemi cardiovascolari. Certo, eliminare il junk food dalla dieta fa bene, insieme alle bibite gassate o agli alcolici. Anche le proteine, nelle giuste quantità, fanno bene. Il tutto va accompagnato da una corretta attività fisica. Solo 50 grammi di carboidrati, secondo gli esperti, però sarebbero davvero troppo pochi.

Il risultato della dieta Panzironi? Sarebbe l’insorgenza di tumori, Alzheimer, Parkinson e diabete. Ecco allora che si sono mossi l’Ordine dei Giornalisti del Lazio, quello dei Medici e l’Antitrust (con una multa da 426 mila euro per aver divulgato informazioni senza la competenza per farlo).