Dieta vegana in gravidanza: neonati finiscono in ospedale

L’allarme arriva da Treviso: attenzione alle diete vegane, soprattutto in gravidanza e durante l’allattamento.

È il dottor Stefano Martelossi, primario di Pediatria dell’ospedale Ca’Foncello della città veneta, a mettere in guardia le mamme dalle colonne de ‘La Tribuna’. Tutto è nato dal ricovero di due bambini di meno di un anno di vita con grave ritardo dello sviluppo psicomotorio. La diagnosi è stata deficit materno di vitamina B12 (si trova negli alimenti di origine animale assenti dalla dieta vegana).

Accusavano sintomi di stanchezza – ha spiegato il pediatra – e gravi difficoltà motorie: faticavano a stare seduti, a sostenere bene la testa e a coordinare i movimenti”.

Le mamme – ha evidenziato – erano del tutto ignare della pesante carenza di vitamina B12 alla quale hanno esposto i loro piccoli ed anche se stesse durante la gestazione. La vitamina B12 è fondamentale per lo sviluppo del sistema nervoso centrale e il fabbisogno aumenta in gravidanza. Se la madre non ne assume abbastanza, o non ne assume proprio, può creare al neonato danni neurologici già in utero, che si acuiscono e peggiorano dopo la nascita, in fase di allattamento e svezzamento”.

I due piccoli hanno recuperato il deficit psicomotorio.