Sanremo 2020, Fai rumore di Diodato: il testo

Il cantautore di nuova generazione che punta alla vittoria del Festival.

Diodato, ovvero all’anagrafe Antonio Diodato, è nato ad Aosta il 30 agosto del 1981 ed è uno degli esponenti di nuova generazione del cantautorato italiano.

Attivo soprattutto negli ultimi 15 anni, è uno dei cantautori culturalmente più ‘alti’ in circolazione. Ha partecipato al Festival già due anni fa con il brano Adesso, accompagnato dalla tromba di Roy Paci. Ma è lo scorso anno che ha fatto boom con Cretino che sei e con Che vita meravigliosa. A Sanremo porta Fai rumore, brano che parla della fine di una storia d’amore che entrambi i protagonisti non hanno il coraggio di comunicare.

Diodato

LEGGI ANCHE: Sanremo 2020, Marco Masino pronto per il suo nono festival.

FAI RUMORE, IL TESTO

Sai che cosa penso,

Che non dovrei pensare,

Che se poi penso sono un animale

E se ti penso tu sei un’anima,

Ma forse è questo temporale

Che mi porta da te,

E lo so non dovrei farmi trovare

Senza un ombrello anche se

Ho capito che

Per quanto io fugga

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale

Tra me e te.

E me ne vado in giro senza parlare,

Senza un posto a cui arrivare,

Consumo le mie scarpe

E forse le mie scarpe

Sanno bene dove andare,

Che mi ritrovo negli stessi posti,

Proprio quei posti che dovevo evitare,

E faccio finta di non ricordare,

E faccio finta di dimenticare,

Ma capisco che,

Per quanto io fugga,

Torno sempre a te

Che fai rumore qui,

E non lo so se mi fa bene,

Se il tuo rumore mi conviene,

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale tra me e te.

Ma fai rumore sì,

Che non lo posso sopportare

Questo silenzio innaturale,

E non ne voglio fare a meno oramai

Di quel bellissimo rumore che fai.