Dirigente Forza Nuova pestato, scarcerati i 2 esponenti dei Centri Sociali

Sono stati scarcerati Gianmarco Codraro e Carlo Mancuso, i due militanti del Centro Anomalia, accusati di avere pestato Massimo Ursino, il dirigente di Forza Nuova.

La decisione è stata presa poche ore prima il corteo antifascista che si sta svolgendo nel capoluogo siciliano, in riposta al comizio elettorale di Forza Nuova con il leader Roberto Fiore.

Come si apprende da LiveSicilia.it, il giudice per le indagini preliminari, Roberto Riggio, ha convalidato il fermo chiesto dalla Procura ma ha imposto ai due indagati il divieto di dimora lontano dalla Provincia di Palermo, nonché l’obbligo di presentarsi tre volte alla settimana alla Polizia Giudiziaria.

Da qui l’ipotesi che è venuta meno l’accusa di tentato omicidio ma bisognerà attendere le motivazioni della decisione per comprenderne di più.

Il Centro Anomalia – che, recentemente, aveva espresso solidarietà ai fermati e giustificato l’aggressione ai danni di Ursino – su Facebook ha scritto:

Ordine di scarcerazione immediato con obbligo di firma , per Gianmarco e Carlo emesso dal giudice. Si sgonfia subito il castello di c****te costruito dalla digos e dal Pm. Giornalisti, Digos, m***e pacifiste di sinistra, opinionisti da tastiera, andatevene a fa****o!!!“.

Post: