Disabile positiva al Covid-19 violentata nel centro dov’era in cura: è incinta

È successo a Troina, in provincia di Enna, in Sicilia.

Brutta storia da Troina, comune di 9mila abitanti della provincia di Enna, in Sicilia.

La Procura di Enna ha, infatti, aperto un fascicolo per violenza sessuale subita da una giovane disabile con gravi problemi mentali ospite di un centro specializzato in provincia di Enna.

La donna adesso è incinta. La gravidanza risalirebbe allo scorso aprile quando la donna era positiva al Covid-19 e mentre la struttura era diventata ‘zona rossa’. La squadra mobile della Questura di Enna, come si apprende dall’Ansa, sta sentendo da giorni medici, infermieri, personale della struttura e le persone che sono state a contatto con la giovane per ricostruire la vicenda.

La presunta violenza sessuale è avvenuta all’Oasi di Troina, centro specializzato nell’assistenza delle persone fragili. L’Oasi, come si legge su Repubblica, era stata dichiarata zona rossa per via della presenza di numerosi pazienti positivi al coronavirus. Anche la giovane abusata lo era. La violenza sarebbe avvenuta ad aprile.

LEGGI ANCHE: Stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, quando va indossata la mascherina.