DJ morta in Sicilia, proseguono le ricerche per trovare il figlio Gioele

La donna è stata trovata morta in un bosco a Caronia, in provincia di Messina.

Dopo cinque giorni di ricerche è stataa trovata morta la 43enne Viviana Parisi. Il corpo, con il volto tumefatto, è stato scoperto in un bosco, a Caronia, in provincia di Messina, a circa 400 metri dal luogo in cui era stata vista l’ultima volta, ovvero l’autostrada A20 dopo un lieve incidente. Nessuna traccia, invece, di Gioiele, il figlio di 4 anni.

L’ipotesi più drammatica, secondo gli inquirenti, è che la donna potrebbe avere ucciso il figlio seppellendolo nella zona prima di suicidarsi. Decine di persone con unità cinofile stanno perlustrando le campagne.

«Fino ad oggi – hanno spiegato i vigili del fuoco – abbiamo perlustrato più di 500 ettari con l’ausilio dei cani e dei droni. È complicato perché si tratta di boschi e luoghi impervi dove è difficile spostarsi».

Il marito della donna, Daniele Mondello, è andato stamane nella zona del ritrovamento dove le forze dell’ordine continuano a cercare il figlio della coppia di 4 anni. Con lui c’erano alcuni familiari. L’uomo è poi andato via.

L’ultima parola sulle cause della morte di Viviana Parisi, arriverà dall’autopsia. “Al momento tutte le ipotesi sono plausibili-  ha affermato il procuratore di Patti, Angelo Cavallo – dall’incidente al gesto estremo».

Gli investigatori, inoltre, esaminando le registrazioni delle videocamere di sorveglianza e ascoltando testimoni, vogliono appurare cosa abbia fatto la donna nei venti minuti trascorsi tra la sua uscita nel casello autostradale di Sant’Agata di Militello e il suo rientro in autostrada, dove poi ha avuto un incidente con l’auto da cui è  scesa camminando col bimbo in braccio lungo l’autostrada e facendo perdere le sue tracce.

LEGGI ANCHE: Mamma e bambino scompaiono dopo un incidente.