Docente universitario salvato dalle donazioni di sangue dei suoi studenti

Quando il legame tra un docente universitario e i suoi studenti è forte, niente può spezzarlo. Lo sanno bene gli studenti dell’Università Unical di Cosenza che hanno dato una prova di solidarietà al loro “prof” Giuseppe Marino, docente di Analisi matematica.

Il professore, inserito tra i 3200 scienziati internazionali più importanti al mondo e tra i migliori matematici, è stato colpito da una rara malattia e ha rischiato di morire. Un grande aiuto è arrivato dai suoi studenti grazie alle numerose donazioni di sangue. Ed è proprio a loro, ai suoi allievi, che Marino ha voluto scrivere una lettera per dimostrare tutta la sua riconoscenza.

Cari ragazzi, vi ho fregato!!! Ho fatto finta di avere bisogno di sangue perché cominciavo a sentirmi vecchio e avevo bisogno di sangue giovane nelle vene!!! comincia così, con un pizzico d’ironiaA parte gli scherzi, io prima avevo sempre la vostra spiritualità nel mio cuore e nella mia mente, mentre ora ho anche un poco del vostro sangue. Ma non di uno studente o due. Di decine e decine”.

E poi, in conclusione: “Comunque vadano le cose abbiamo dato tutti assieme testimonianza che vivere un momento così bello di aggregazione fra studenti e docenti è stato di uno splendore e piacere immenso”.