Don Mazzi a Domenica In: “Perché sono diventato sacerdote”

Don Mazzi, 90 anni compiuti da poco, ospite del programma condotto da Mara Venier.

Don Mazzi è stato ospite di Domenica In, il programma di Raiuno condotto da Mara Venier.

Introducendo in studio il sacerdote, che ha compiuto 90 anni il 30 novembre scorso, la padrona di casa ha detto: “Quando mio padre è morto, Don Mazzi lo ha sostituito. Quando ho forti dolori dico: ‘Io ho Don Antonio’. Sei il mio rifugio. So che ho te e che mi consolerai“.

Don Mazzi ha replicato così alla Venier: “Tu sei immacolata dentro” e la conduttrice veneziana: “Sì, molto dentro…nell’anima“. E il sacerdote: “Io sono un’eccezione, ovviamente, ma qualsiasi uomo impazzirebbe per Mara. Sfido chiunque a lavorare a lungo con lei senza innamorarsi…“.

LEGGI ANCHE: Chi è Teresa Cherubini: la figlia di Jovanotti.

Mara Venier, 69 anni, ha poi parlato del perché del forte legame tra i due: “Ho perso mio papà da giovane e in lui ho trovato un altro padre”.

Don Mazzi ha anche raccontato quando ha deciso di dedicare la sua vita alla Chiesa: “Ero giovane, avevo perso mio padre a neanche vent’anni ed ero furioso con la vita. Poi l’alluvione del Polesine me l’ha cambiata: vedevo morte e distruzione, cercavo di aiutare i vigili del fuoco che salvavano le persone senza la tecnologia disponibile oggi, rischiavano la vita per quella degli altri”.

LEGGI ANCHE: Mara Venier e Renzo Arbore: il perché della fine della coppia.

E ancora: “A quel punto capii una cosa: c’erano ragazzi che avevano perso tutto, a cominciare dalla famiglia. Non avevano più un padre o una madre, quindi decisi di dedicarmi a loro, diventare una figura paterna e aiutarli a crescere: questo mi ha spinto a diventare sacerdote. Mia madre, che sapeva bene che ero una testa calda, diceva sempre: ‘Tu rovinerai la Chiesa’. Ricordo un ragazzino di 12 anni che rideva perché erano morti tutti. Non capivo il motivo, poi ho scoperto che tra i morti c’erano tante persone che abusavano di lui. Da quel momento siamo diventati amici, l’ultima volta lo vidi 15 anni fa, mi riconobbe lui“.