Donald Trump sul Coronavirus: “Siamo vicini a un vaccino”

L’annuncio arriva alla vigilia della fase 2 a New York, che si attende per il 22 giugno.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sul Coronavirus afferma: «Siamo vicini a un vaccino per il coronavirus». Intanto New York potrebbe entrare nella fase 2 già lunedì 22 giugno. A darne notizia è il governatore, Andrew Cuomo. La riapertura è prevista per ristoranti all’aperto, ma restano ancora chiuse le palestre.

Intanto si registra un calo a Pechino, mentre il Brasile sta affrontando ancora la fase critica. La pandemia da Coronavirus in America Latina è irrefrenabile: nelle ultime 24 ore il bilancio dei contagi è salito a 1.826.090 casi, mentre i morti si sono stabilizzati a quota 86.252.

Dietro al Brasile si trovano il Perù, con 240.908 contagi e 7.257 morti; e poi il Cile, con 220.628 nuove infezioni e 3.615 decessi, che dopo aver sostituito il ministro della Salute sta cercando una strada per sconfiggere il Coronavirus.

Paolo Gentiloni
Paolo Gentiloni, commissario Ue all’Economia

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19: Moderna avvia la fase finale di sperimentazione a luglio

Mentre Donald Trump sul Coronavirus parla di un vaccino imminente, in Europa, «la possibilità di una seconda ondata di contagi legati alla pandemia di Covid-19 sarebbe «lo scenario peggiore», tuttavia «in questo momento non abbiamo nessun segnale» che si stia andando in questa direzione». A parlare è il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni, durante un’intervista a France 2.

E ancora: «Ovviamente guardiamo a cosa succede in Cina, ma in caso di seconda ondata, il crollo dell’economia sarebbe molto più serio. L’Europa ha avuto circa due settimane molto difficili», afferma riferendosi allo scoppio della pandemia.

«Avevamo le frontiere chiuse fra i Paesi europei per i ventilatori polmonari e le maschere. Poi in una quindicina di giorni, dalla metà di marzo, l’Europa ha preso delle decisioni straordinarie e senza precedenti. Non potremo dire che la reazione è stata troppo tardiva o non all’altezza perché è stata molto forte, dopo due settimane davvero molto pericolose»: conclude il commissario.

LEGGI ANCHE: Perché alcune persone riescono a dormire solo 4 ore a notte?