Donna nuota con i delfini e viene attaccata da una squalo che le stacca le braccia

L’incidente è avvenuto nella Polinesia francese. La vittima è una donna di 35 anni.

Una donna di 35 anni si trovava in una laguna nella Polinesia francese con la sua famiglia, incluso il figlio di sei anni, quando è stata attaccata da uno squalo.

Erano lì, il 21 ottobre scorso, per un tour con avvistamento delle balene e avevano lasciato la laguna per seguire i delfini in mare aperto quando lo squalo ha attaccato la turista.

La stazione francese Radio 1 ha riferito che quando la 35enne è stata riportata a riva, era ancora cosciente e ha chiesto: «Ma perché mi hai portato lì se non era sicuro?».

Le è stato dato il primo soccorso in un hotel vicino prima di essere portata all’ospedale Taaone, dove le sue condizioni sono stabili secondo i bollettini medici.

Un testimone ha raccontato alla stazione radio: «Ho visto questa donna senza le braccia. Anche la sua costola sul lato destro era gonfia. È stato uno choc per tutti».

È successo sull’isola di Moorea. France Info ha riferito che lo squalo responsabile è stato un whitetip o pinna bianca oceanico.

Lo squalo longimano è un grande squalo pelagico dei mari tropicali e temperati caldi appartenente alla famiglia Carcharhinidae. È una specie robusta, caratterizzata da lunghe ed arrotondate pinne a punta bianca. Spesso viene confuso con lo squalo pinna bianca del reef.

È stata aperta un’indagine giudiziaria per cercare di determinare esattamente cosa sia accaduto.

Secondo l’International Shark Attack File, ha evidenziato Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, gli attacchi di squalo nell’area sono rari con solo sei incidenti nella Polinesia francese dal 1580. In tutto il mondo, ci sono stati sei attacchi mortali di squalo e 84 incidenti all’anno in media tra il 2013 e il 2017. Al contrario, a livello mondiale, ogni anno vengono uccisi circa 100 milioni di squali e alcune specie stanno scomparendo. La pesca uccide circa 100 milioni di squali e razze ogni anno.

Leggi anche: Toto Cutugno shock: “Sono vivo grazie ad Al Bano”.