Donna uccisa a botte, arrestato il compagno riaccolto in casa

Omicidio a Sozzago, in provincia di Novara.

Una donna di 45 anni, Sara Pasqual, originaria della provincia di Biella, è stata trovata morta in casa, massacrata di botte dal compagno.

Sono stati i vicini a lanciare l’allarme.

L’omicida, il 46enne Gabriele Lucherini, originario di Cerano (Novara) è stato fermato e interrogato dai carabinieri.

Stando alle prime informazioni, l’uomo era già finito in carcere per violenze sulla compagna ma lei lo aveva sempre riaccolto in casa e, in alcune circostanze, lo aveva difeso.

Lucherini – come si apprende da Ansa.it – era già stato arrestato per episodi di violenza.

La coppia si era stabilita da qualche anno nella casa a due piani dove oggi è avvenuto il delitto.

I due, con problemi di alcol, avevano trascorso la notte in camere separate.

Dopo l’assassinio, il 45enne ha atteso i Carabinieri e li ha seguiti in caserma senza opporre resistenza.

L’uomo era già stato arrestato nel 2013, denunciato dalla madre che non ne poteva più delle violenze commesse dal figlio.

Era stato condannato a 3 mesi, pena sospesa, per avere aggredito i carabinieri che lo stavano arrestando.