Donna uccisa a Palermo, il marito ha confessato il femminicidio

La vittima si chiamava Piera Napoli, cantante neomelodica.

Una donna di 32 anni è stata uccisa in casa a Palermo. Il corpo sarebbe stato trovato nel bagno dell’abitazione in via Vanvitelli. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che stanno conducendo le indagini.

La vittima è la 32enne Piera Napoli, cantante neomelodica. Il marito, che ha confessato l’omicidio, si chiama Salvatore Baglione e ha 37 anni.

I carabinieri hanno sequestrato un grosso coltello da cucina, trovato in casa, forse l’arma del delitto. Sul corpo di Piera Napoli, madre di tre figli, infatti, sono state trovate ferite di arma da taglio.

Il padre della donna, dopo aver appreso la notizia, si è precipitato a casa della figlia. Ai giornalisti ha raccontato che il rapporto tra marito e moglie era incrinato: «Mia figlia restava ancora in quella casa per i bambini».

Il marito, come scritto poco su, ha ammesso le proprie responsabilità davanti al magistrato e ai carabinieri. L’interrogatorio è stato svolto dal pm Federica Paiola e dal capitano Simone Calabrò. Presente anche il legale dell’uomo, Daniele Piparo, del foro di Palermo.

Baglione stamattina ha accompagnato i tre figli dai nonni e poi rientrato in casa. Non si conoscono ancora le cause che avrebbero scatenato la discussione tra moglie e marito, culminato con il femminicidio.

Dal profilo Facebook della vittima.

Baglione si è presentato intorno all’ora di pranzo alla stazione dei carabinieri, indirizzando i militari verso l’appartamento dove poi è stato ritrovato il cadavere della 32enne.

LEGGI ANCHE: Auto contro il guardrail, morta 16enne a Palermo.