TerzoWEB.com

Dopo Sanremo 2019, Ultimo: “Ci sono artisti che proprio non sopporto”

ultimo-sanremo-2019

È passata quasi una settimana dalla serata finale del Festival di Sanremo che ha suscitato un vespaio di polemiche soprattutto dopo la delusione rabbiosa da parte di Ultimo, giunto secondo alle spalle di Mahmood, affibiando la colpa ai giornalisti e al sistema di voto (per il pubblico da casa il vincitore sarebbe dovuto essere proprio lui).

In un’intervista rilasciata al settimanale Chi, Niccolò Moriconi, 23 anni, ha affermato: “Penso che sarà difficile per me avere una una vita privata felice. Quando mi immergo in grandi risultati e tendo a non riconoscere quali siano le cose importanti“.

Alla rivista diretta da Alfonso Signorini il cantautore romano ha affermato che, al contrario di qualche suo collega che si rivolge alle nicchie, lui scrive canzoni con un altro obiettivo: “Gli artisti che non sopporto? Chi fa l’artista di nicchia mi sta sulle palle. Il mio obiettivo era cercare di dimostrare che potevo riuscirci, che dovevo far questo: scrivere canzoni per far sentire meno sole le persone“.

Il 23enne ha detto: “Mi sono sentito discriminato perché volevo fare il musicista. ‘Non si vive di musica’ mi dicevano tutti. È stato difficile negli anni della scuola mettere da parte lo studio per inseguire un sogno pieno d’incertezze. Sentivo una grande responsabilità. Non mi ha mai aiutato nessuno, non ho mai avuto qualcuno che credesse in me, quanto ci credevo io“.