Dov’è finita Megan Gale, l’icona sexy degli anni 90?

Vi ricordate della bella australiana, protagonista di tanti spot televisivi?

È ancora bellissima, è al momento felicemente in vacanza e poteva essere la nuova Wonder Woman. Se si pensa a una delle icone sexy degli anni Novanta, Megan Gale, 45 anni, rientra perfettamente nel prototipo.

Ma dove è finita? Al momento è in vacanza. E a testimoniarlo sono le foto del suo profilo Instagram, che la vedono a Melbourne con il marito, classe 1988, Shaun Hampson Lui, un ex calciatore australiano che ha giocato 98 partite in 12 anni di carriera con il Carlton and Richmond Football Club nella Australian Football League.

LEGGI ANCHE: Robbie Williams: “La Sardegna è troppo cara anche per me”.

Nel 2019, Hampson ha gareggiato nella sesta stagione di Australian Survivor. Una coppia ben consolidata la loro, visto che hanno già due bambini.

Per chi non si ricordasse di Megan Gale, lei è stata per diversi anni la ragazza immagine della Omnitel e in seguito Vodafone, la compagnia internazionale di telefonia mobile.

Nata a Perth in Australia il 7 agosto 1975 da padre inglese e mamma con origini maori, Megan è la più giovane di tre figli. L’ex modella ha infatti due fratelli maggiori. La carriera nel mondo della moda inizia nel 1994 quando, ad appena 18 anni, vince un concorso per modelle nella sua Perth. Un passo che le consente di diventare modella professionista.

LEGGI ANCHE: Madonna cancella il tour: “Dolore indescrivibile”.

La svolta della carriera arriva nel 1999 quando diventa il volto della campagna pubblicitaria dell’azienda telefonica italiana Omnitel (poi diventata Vodafone Italia).

Megan appare in giornali e spot televisivi diventando una delle bellezze straniere più note nel Belpaese. La compagnia telefonica la terrà come sua principale testimonial fino al 2006.

Tra i magazine che le dedicano la copertina ci sono stati Marie Claire, Grazia, Gioia, Maxim, Cosmopolitan e Vogue Italia.

La grande notorietà conquistata in Italia le porta fortuna anche nel suo paese d’origine dove, nel 2003, viene ingaggiata dalla Australian Tourist Commission per diventare il “volto dell’Australia in Italia”.

In Italia, Megan sfila per griffe importanti come Ferrè, Genny e Gai Mattiolo, ai quali si aggiungono gli stilisti australiani Colette Dinnigan, Kirrily Johnston, Lisa Ho, Willow e Perry.

Nel gennaio del 2008, Megan annuncia il suo ritiro dalle passerelle. L’ultima sfilata è stata quella per la collezione invernale di David Jones a Sydney, durante la quale indossa il vestito di Wonder Woman che avrebbe dovuto indossare nel film Justice League of America, poi rinviato dalla produzione.

Megan aveva già iniziato la carriera cinematografica già diversi anni prima: nel 1999 esordì nel ruolo di se stessa nel film “Vacanze di Natale 2000”, diretta da Carlo Vanzina. Lo stesso ruolo le fu riservato da Neri Parenti nel 2000 in “Body Guards – Guardie del Corpo” e da Pino Amendola nel 2001 in “Stregati dalla Luna”. Tra le produzioni straniere la ritroviamo in altri quattro film, tra cui “The Water Diviner”, l’unica pellicola diretta da Russel Crowe nel 2014; e “Mad Max: Fury Road” diretto da George Miller nel 2015.

LEGGI ANCHE: L’ex calciatore Legrottaglie e la castità.