DPCM Natale, la bozza, il coprifuoco resta dalle 22 alle 5

Nessun anticipo dalle 20.

Non è previsto alcun anticipo del coprifuoco, rispetto a quello stabilito finora alle ore 22, nel decreto sulla stretta di Natale che il Consiglio dei Ministri si appresta ad approvare.

Nella bozza, infatti, per le visite consentite a massimo a due conviventi per una volta al giorno si fa riferimento «ad un arco temporale che va dalle 5 alle 22», ovvero ai limiti dell’attuale coprifuoco.

Eppure oggi, nel corso della riunione tra il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione delle forze di maggioranza, era stato previsto di anticipare il coprifuoco alle 20.

LEGGI ANCHE: La sfida del leghista Matteo Salvini sul Natale 2020.