È morta Paola Vinciguerra, la psicologa storica de La Vita in Diretta

La psicoterapeuta aveva 68 anni.

È morta la psicoterapeuta Paola Vinciguerra, presidente Eurodap Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico e direttore scientifico di Bioequilibrium. Aveva 68 anni. Nota per essere la storica psicologa de La Vita in Diretta, il programma di Raiuno.

Una vita dedicata ai suoi pazienti. Specializzata in diverse tecniche di approccio al paziente (psicoterapia, analisi bioenergetica, gestalt, terapia individuale e di gruppo, training autogeno, E.M.D.R., mindfulness). Ha partecipato a numerose conferenze, eventi divulgativi e trasmissioni televisive e radiofoniche su argomenti riguardante temi psicologici e sociologici. Ha scritto e pubblicato correntemente articoli scientifici e divulgativi e testi monografici.

LEGGI ANCHE: L’uomo in sala parto con la moglie? I pro e i contro

Fin dal 1980 ha organizzato e tenuto workshop per aziende e istituzioni, in aula o modalità stanziale, su varie tecniche per il miglioramento del rapporto di fiducia con se stessi, la gestione dell’ansia-stress, l’imparare a essere vincenti, il riorganizzare le energie per affrontare momenti di precarieta’ e corsi che hanno riguardato le difficolta’ individuali e relazionali.

I funerali di Paola Vinciguerra si terranno a Roma domani – sabato 23 novembre – alle ore 11.00 nella chiesa di San Gioacchino in Prati, via Pompeo Magno 25. La camera ardente è aperta tutto il giorno presso la clinica Quisisana.

LEGGI ANCHE: Povia dalla Balivo: “Quando feci un incidente in moto e un mio amico morì”.

Vinciguerra aveva collaborato con l’Unione nazionale consumatori sui temi della ludopatia, della digital addiction. «In situazioni come queste – ha dichiarato in una nota il presidente dell’Unc, Massimiliano Dona – al dolore per la scomparsa di figure così importanti si affianca un fortissimo senso di riconoscenza. Paola Vinciguerra ha illuminato con la sua professionalità molte delle iniziative realizzate dall’Unione nazionale consumatori, portando nella nostra organizzazione una ineguagliabile carica propulsiva. Non è stata soltanto una guida preziosa nelle problematiche delle dipendenze, ma anche fonte di ispirazione durante corsi di team building interni».

«Quando penso a Paola Vinciguerra – ha concluso Dona – piuttosto che al lavoro fatto insieme (a cominciare dai libri scritti a quattro mani) penso al lascito di consapevolezza che ci ha donato: tutto il team di Unc si stringe ai familiari, in particolare al marito Valdo e alla figlia Eleonora».

Paola Vinciguerra ha partecipato a molte trasmissioni televisive.

LEGGI ANCHE: Cirrosi epatica: cos’è, sintomi e trattamento.