Ecco chi è l’insegnante che a Torino ha insultato i poliziotti

Fonte Ansa

Si chiama Lavinia Flavia Cassaro ed è una insegnante di 37 anni dell’Istituto comprensivo ‘Leonardo Da Vinci’ di Torino. L’Italia intera l’ha conosciuta attraverso le immagini che hanno fatto il giro di tutti i media: è lei, infatti, la manifestante che inveisce verso i poliziotti durante il corteo antifascista contro il comizio di Casa Pound a Torino.

Le sue parole sono rimaste impresse nella mente di tutti: “Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire“.

Sì, ho detto quelle parole perché loro stanno proteggendo i fascisti – ha spiegato la donna durante la puntata di ieri di ‘Matrix’ – e perché un giorno potrei trovarmi fucile in mano a combattere contro questi individui. Non ho sbagliato ad augurare loro la morte”.

In trasmissione c’era anche Matteo Renzi che ha replicato: “Che schifo, una insegnante che augura la morte ai poliziotti andrebbe licenziata su due piedi. Una insegnante viene pagata per educare alla cittadinanza nelle scuole“.

E infatti ieri, come riporta il ‘Corriere’, il Ministero dell’Istruzione ha chiesto all’Ufficio scolastico regionale “una relazione per valutare un eventuale provvedimento disciplinare contro la maestra”. Sul banco non la sua partecipazione al corteo e le sue simpatie per il centro sociale Gabrio, i No Tav e i No Muos, bensì la sua “capacità di mantenere la calma o di capire le necessità di bambini così piccoli”.

Da quanto riportato sempre dal ‘Corriere’, infatti, l’insegnante di recente avrebbe avuto qualche problema a scuola. Alcuni genitori della classe dove insegnava si sarebbero lamentati del fatto che fosse ‘facile a perdere la pazienza’ con gli alunni. Per questo motivo la Cassaro sarebbe stata spostata in un’altra classe dove insegna ad alunni più grandi e in compresenza con una seconda maestra.

LA PROFESSORESSA CHE ODIA LA POLIZIA, SIMBOLO DELL’ANTIFASCISMO VIOLENTO (di Walter Giannò)