Ecco com’è crollato il Ponte Morandi a Genova

ponte-morandi-3d

Uno studio tedesco ha elaborato una simulazione in 3D del crollo del viadotto Morandi del 14 agosto scorso, causando la morte di 43 persone.

Sono stati ipotizzati 5 scenari.

Il lavoro dello studio grafico – come si legge su IlFattoQuotidiano.it – è stato eseguito con un software di simulazione strutturale molto accurati elaborati dal corso di laurea in Scienze applicate dell’Università della Finlandia.

Come spiegato dagli autori della simulazione “il modello è stato realizzato a partire dai disegni originali della struttura. Le informazioni di rinforzo sono state stimate in parte ricavando informazioni dalle foto del ponte distrutto e immagini satellitari dell’area. Al fine di restringere il probabile scenario di collasso, questo video include risultati di simulazione per diversi punti iniziali di rottura. Le caratteristiche dei cumuli di detriti rispetto alla realtà spesso possono fornire un’indicazione su ciò che è probabilmente accaduto“.

VIDEO:

Il presidente della Liguria, Giovanni Toti, intervistato dal Corriere della Sera ha detto che si aspetta che “la demolizione completa” del Ponte “si concluda entro dicembre di quest’anno. Inizio 2019 per avere il progetto del nuovo ponte. Natale per inaugurarlo. Siamo nelle condizioni di poterlo fare“.

Che nessuno pensi di tenere fermo il cantiere Genova per fare battaglie ideologiche – ha aggiunto il governatore ligure – Sarebbe inaccettabile“.