Elena Santarelli: “Nel mio libro racconto la storia di tante mamme”

Elena Santarelli in un libro ha raccontato il dramma vissuto per il male che ha colpito il figlio Giacomo.

Elena Santarelli

Diciamoci la verità. Negli ultimi 15 anni ne abbiamo conosciute due di Elena Santarelli. Quella dei primi anni Duemila – col fisico mozzafiato e da calendario – che indugiava col sedere all’aria davanti le telecamere dell’Isola dei famosi, e che univa i sogni di tutte le bambine di allora: essere una showgirl e sposare un calciatore, Bernardo Corradi of course.

E poi c’è quella di oggi, quasi casta diva, che si è rinnovata scrittrice per raccontare il dramma che ha rischiato di vivere e che l’ha resa più riflessiva, ancora più popolare, sicuramente più coperta.

Elena in questi giorni sta facendo il giro delle sette chiese televisive – da Domenica in a La Vita in diretta – per raccontare Una mamma lo sa, ovvero il libro che espone il dramma che ha vissuto nel momento in cui ha scoperto che il figlio Giacomo era affetto da un brutto tumore al cervello.

Una storia – non stiamo spoilerando nulla – che possiamo definire a lieto fine, visto che Giacomo, a detta della stessa Santarelli, è in fase di guarigione. E allora perché scrivere e comprare il libro?

Perché – considerando anche il fatto che il ricavato andrà tutto alla ricerca – oltre a quella di Elena, donna che possedeva tutto – corpo invidiabile, soldi e vita al massimo – e che rischiava di provare il più forte dei dolori come la perdita di un figlio, c’è anche la storia di tante persone come lei, molto meno conosciute e in certi casi, molto meno fortunate.

Elena Santarelli e l’operazione del figlio: "Presi delle gocce"
Elena Santarelli (foto da Gossipblog.it).

«Non è solo la mia storia – racconta Elena – può essere quella di tante mamme. C’è la storia del papà di Simon, una bambina arrivata dall’Africa grazie a una missione umanitaria, e di una mamma, la mia amica Valeria, che non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel, emergono i sacrifici delle persone che arrivano dal Sud. Il momento più difficile di questa tempesta durata due anni? Accompagnare la mia amica Valeria, la mia migliore amica di questo percorso, che ha perso la figlia Marzia. Siamo state molto vicine e lei mi dice che è stata scaldata dai miei abbracci. Lei è una donna del sud che è stata a Roma per le cure della figlia e ho cercato di aiutarla in tutti i modi. Valeria e sua figlia Marzia saranno sempre nel mio cuore».

Nel corso dell’intervista a La vita in diretta, Elena Santarelli ha ricevuto un video messaggio da parte di Paolo Bonolis che si è complimentato per il libro e per la forza sfoggiata in questo periodo complicato.

E allora auguri a Elena e Bernardo, ma soprattutto a Giacomo. Buona vita.

Leggi anche: Elena Santarelli e l’operazione del figlio: “Presi le gocce”.